Silenzio e solitudine: i grandi atti rivoluzionari nella società odierna

Condividi
more

Che cos’è il silenzio? E’ una domanda che ci si pone oramai quando, nella disperata confusione del mondo affollato di chiasso e distrazioni, per sbaglio ci si ritrova soli in mezzo ad un apparente stato di vuoto, con la sensazione di essere lontani da tutto e tutti. Magari capita di avvertirlo mentre stiamo aspettando qualcuno, alla fermata dell’autobus, poco prima di addormentarsi sotto le coperte, o semplicemente quando arriviamo a casa e, chiusa la porta alle spalle, finiamo nella nostra stanza vuota. Allora si viene colti di sorpresa, ed è proprio in questi momenti di “vuoto e solitudine” che una strana e amara sensazione improvvisamente ci piomba addosso, quasi come volesse sorprenderci in un momento di debolezza e vulnerabilità. Bastano pochi minuti in compagnia del silenzio affinchè diventi talmente fastidioso da spingerci ad allontanarlo con una delle tante distrazioni che la casa ha da offrici, pur di non guardare in faccia questo nuovo ospite tanto inatteso quanto molesto, capace di possedere una voce talmente sonora e violenta da far terribilmente paura.

(Continua a leggere qui)

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *